I MICRO ORTAGGI

I micro-ortaggi, dall’inglese microgreens, sono giovani e tenere plantule commestibili prodotte a partire dai semi di varie specie di ortaggi, colture erbacee, erbe aromatiche e piante spontanee.
I micro-ortaggi sono noti anche come “vegetable confetti” o “microherbs” nel caso delle specie aromatiche.
I micro-ortaggi possono contribuire alla salvaguardia e alla valorizzazione della biodiversità, attraverso la coltivazione di molte varietà locali a rischio di erosione genetica.
I micro-ortaggi possono essere facilmente coltivati nei piccoli orti urbani e nel giardino di casa, nonché utilizzando spazi piccolissimi come quelli di un balcone o del davanzale di una finestra.
I micro-ortaggi sono in grado di fornire una variegata gamma di sapori, colori vivaci e consistenza e sono un nuovo ingrediente in grado di valorizzare e guarnire bevande, insalate, antipasti, primi e secondi piatti, zuppe, panini e dessert.
I micro-ortaggi hanno un’ampia gamma di forme, colori (verde, giallo, rosso, viola), consistenze (tenero, croccante, succulento) e sapori (dolce, neutro, acidulo, piccante).

I micro-ortaggi si possono coltivare
facilmente nel giardino di casa,
sul balcone o sul davanzale di una finestra.

ASSOCIAZIONE ORTINNOVA

Nasce nel 2013 da un’idea dei soci fondatori Francesco Di Gioia e Carlo Mininni ed è il contenitore attraverso il quale si è sviluppato il progetto “Gusta il Biodiverso: dalla Puglia nuovi alimenti freschi, funzionali e pronti da gustare” vincitore di Principi Attivi 2012 e finanziato dalla Regione Puglia e il progetto “Micro-ortaggi: nuovi alimenti freschi e funzionali per esplorare tutto il valore della biodiversità” finanziato dal MIPAAF nell’ambito dei progetti inerenti alle tematiche Expo 2015.
L’Associazione non ha fini di lucro e persegue finalità culturali, scientifiche, educative e sociali. Principale scopo dell’Associazione è quello di tutelare e valorizzare l’agro-biodiversità vegetale e le risorse genetiche naturali pugliesi e di promuovere la ricerca scientifica e l’applicazione di innovazioni in orticoltura.
Attraverso una rete di collaborazioni con enti pubblici e privati svolge attività di progettazione, realizzazione, gestione e sviluppo promuovendo attività di ricerca scientifica e sviluppo di prodotti agroalimentari tradizionali e innovativi.
L’Associazione organizza, inoltre, attività di educazione e formazione in ambiti inerenti l’orticoltura, l’agricoltura, l’ambiente, l’alimentazione e la qualità dei prodotti agroalimentari.

Francesco Di Gioia
Carlo Mininni

FRANCESCO DI GIOIA

Agronomo e ricercatore presso il Department of Horticultural Sciences dell’Università della Florida ex assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e Territoriali dell’Università degli Studi di Bari, da anni collabora con il gruppo di ricerca dell’Azienda Sperimentale ‘La Noria’ dell’ISPA-CNR e svolge attività di ricerca in orticoltura occupandosi di varie tematiche: nutrizione delle piante, sostenibilità dei sistemi colturali, stress abiotici, qualità delle produzioni e agro-biodiversità.

CARLO MININNI

Agronomo e assegnista di ricerca presso l’Istituto di Scienze delle Produzioni
Alimentari del CNR di Bari (ISPA-CNR), fa parte del gruppo di ricerca dell’Azienda
Sperimentale ‘La Noria’. Svolge attività di ricerca nell’ambito dell’orticoltura
applicata ai sistemi senza suolo, ponendo particolare attenzione alla protezione
dell’ambiente e alla produzione di prodotti sani.

Prodotti agroalimentari innovativi
e ad alto valore aggiunto

IL PROGETTO

Il progetto “Micro-ortaggi: nuovi alimenti freschi e funzionali per esplorare tutto il valore della biodiversità” (MicroGREENS) finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) nell’ambito delle attività connesse ad Expo Milano 2015.
Il progetto ha l’obiettivo di divulgare l’importanza ed il valore del grande patrimonio di agro-biodiversità della Puglia svelando come questa ricchezza può essere utilizzata per lo sviluppo di prodotti agroalimentari innovativi e ad alto valore aggiunto come i micro-ortaggi. Integrando le competenze scientifiche dei ricercatori del Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali (DISAAT) dell’Università di Bari e l’esperienza condotta dall’Associazione Ortinnova attraverso il progetto Gusta il Biodiverso: dalla Puglia nuovi alimenti freschi, funzionali e pronti da gustare’, vincitore del bando della Regione Puglia Principi Attivi 2012, il progetto MicroGREENS mira a dimostrare e divulgare come sia possibile utilizzare numerose specie di piante spontanee e varietà di ortaggi tipici pugliesi sottoutilizzate ed a rischio di erosione genetica per lo sviluppo di prodotti alimentari innovativi freschi, funzionali e ad alto valore aggiunto come i micro-ortaggi. Il progetto, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) nell’ambito di EXPO 2015 rappresenta uno strumento semplice e originale per veicolare al grande pubblico una serie di informazioni che possono stimolare la discussione dei temi della biodiversità, della sicurezza alimentare e della sostenibilità ambientale.

Tra le attività previste ci sono:

  • un corso di formazione dedicato ai micro-ortaggi quali alimenti del futuro;
  • partecipazione ad eventi (Expo 2015, Macfrut);
  • una mostra fotografica;
  • la redazione di un libro sui micro-ortaggi;
  • produzione di video.